Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Russa beato tra le donne

Le belle donne devono essere proprio il vizietto ufficiale del PDL; stavolta però al centro della cronaca, per così dire, rosa, non è il Cavaliere ma l’ormai noto Ministro dell'”offesa” Ignazio “La Rissa”.  Sui giornali di oggi rimbalza una notizia piccantina, dal retrogusto “anche l’occhio vuole la sua parte”: dopo Nicole Minetti e Mara Carfagna, un’altra soubrette entra a far parte del mondo politico italiano.  Trattasi di una donna che vanta nel suo curriculum la partecipazione a Miss Malizia nel 1992! Per non parlare poi della sua adesione a trasmissioni televisive di grande spessore come: il Bagaglino, CentoVetrine per finire alla vittoria di Ballando con le Stelle. Si tratta di Hoara Borselli. Il merito dell’assunzione presso il Ministero della Difesa è da attribuire proprio ad Ignazio La Russa. Con uno stipendio pari a 16.120 euro annui, Hoara Borselli diventa collaboratrice per grandi eventi.  Eppure qualche domanda è lecito poserla. Almeno la pensa così Andrea Sarubbi, deputato del Pd. “Il compenso della signora Borselli equivale alla paga annuale di due soldati in ferma prefissata annuale destinati anche ad operare in missioni internazionali. Credo sia importante che il ministro La Russa spieghi agli italiani quali siano i criteri per l’assunzione“. La replica  del buon Ignazio non tarda ad arrivare. Hoara Borselli guadagna, in pratica, solo 800 euro al mese: un semplice rimborso spese per il ministro. L’ufficio stampa di La Russa si oppone alle critiche e ringrazia la starlette per essersi presa carico ( quasi gratuitamente ) degli impegni lavorativi: “La signora Borselli va dunque ringraziata per aver aderito con spirito volontaristico all’invito rivoltole dalla struttura della Difesa e quindi si puo’ affermare che almeno in qualcosa hanno pienamente ragione gli interroganti: per la Difesa e’ stato un affare“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.