Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I finiani senza macchia e con qualche paura

Editoriale

Potenzialmente possono diventar grandi, la vera alternativa della Destra politica, praticamente continuano ad essere schiacciati dalla paura della maturità che li porta a non affrancarsi dal vincolo legislativo a Berlusconi e camminare con le proprie gambe verso il popolo; la sintesi del movimento finiano sembra tutto qui, in un momento in cui c’è sgomento per l’accondiscenza nei confronti del Lodo che ci aveva già stupito nel discorso di Fini a Mirabello e continua a stupirci ancora adesso che FLI e PDL sono ufficialmente fianco a fianco nel portarlo avanti. Nessuno dissumula più il fatto che sia un prodigarsi nel nome di un salvagente nei confronti di Berlusconi, eppure si va avanti, malgrado le perplessità del Colle, malgrado l’opposizione della base. Tutto lascerebbe semplicemente attoniti, basiti, perplessi, stupiti, ma ci puzza tanto di bruciato: ma non sarà tutto solo e soltanto una tattica? Non sarà solo un meditato passaggio propedeutico alle elezioni che induce alla cessione rapida della responsabilità di quel famoso cerino che nessuno vuole vedersi bruciare in mano?  Ciò sarebbe dimostrato dal fatto che dopo il sì al Lodo siano seguiti una serie di niet per quanto concerne la Riforma della Giustizia da parte dei finiani che minerebbero, come fu qualche mese fa per la legge sulle intercettazioni, l’impianto innovativo tanto caldeggiato da Berlusconi sulla gestione di magistratura, magistrati, carriere ed interazioni con la polica. Ma attenzione: il passo incerto del FLI, a torto o a ragione, può vedere cessare la voglia di rinnovamento a breve a fronte di un episodio che, come fu il terremoto in Abruzzo, sembra pronto ad essere un grande assist per Il Cavaliere, per il suo prestigio ed i sondaggi di popolarità che a lui stanno tanto a cuore, la questione rifiuti. Infatti, dopo aver dato la colpa senza “se” e senza “ma” dello status quo al governo della sinistra, Berlusconi ed il suo fido Bertolaso, sono pronti ad intervenire ed a risolvere il problema in dieci giorni. Il Governo del fare si sta per muovere in modo deciso in quel di Terzigno e state pur certi che tutto si risolverà, anche perchè, se è vero come è vero che, dietro gli scontri ci sia la camorra, questa basta un clic per accenderla ed un clic per spegnerla: ma di chi sarà mai il dito sull’interruttore? Fini avvisato, mezzo salvato: basta incertezze e tatticismi. Ad maiora!

2 Responses to I finiani senza macchia e con qualche paura

  1. giuseppe rigoni

    24 Ottobre 2010 at 09:00

    Non so se Fini riuscirà a fermare il cavalca disgrazie Arcoriano,
    So che ha avuto coraggio nel contestarlo, ma non so se ne avrà a sufficenza per farlo cadere e mandarlo di fronte ai giudici alla corte di Milano. Questo è il cobra nero dell’Italia, già ben raffigurato dalla losca figura di NAJA dentro il romanzo I FIGLI DEL FIUME DI WILBUR SMITH, Lui dice il falso quando afferma che è stato eletto plebiscitariamente dal popolo e dice il falso quando dice che ha avuto un mandato dal popolo, lui è mandatario del parlamento, finche quest’ultimo non gli nega il mandato, in Italia solo il parlamento è eletto dal popolo, dunque lui continua a barare. Ma il guaio non è il BARO, ma la gente che lo appoggia mistificando la realtà dei fatti, ebbene questi non meritano niente se non il ruolo di LACCHE’ DEL CAPO.

  2. ANTONINO ANTRONACO

    15 Marzo 2011 at 10:35

    IL MOTTO DEL NUOVO PARTITO E DEL VERO CENTRODESTRA DOVRA’ ESSERE:
    “LARGO AI GIOVANI”. NON SE NE PUO’ PIU’ DELLA SANTACHE’, FEDE, LELE MORA, SCAJOLA, VERDINI, COSENTINO, BRANCHER, MATTEOLI, SALLUSTI,
    BERLUSCONI, BOSSI E FIGLIO, MINETTI, RUBY, BIONDI, BRAMBILLA, LA RUSSA; DEVO CONTINUARE ? PENSO TT SANNO COLORO CHE STANNO SOTTO PADRONE CHI SONO E COSA FANNO !
    BASTA, BASTA, BASTA: LARGO AI GIOVANI !!!
    ANTONINO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.