Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Bertolaso va in Africa… Dopo aver visto la Sicilia!

L’Italia non è solo l’Aquila, la Sicilia è Italia e qui non c’è nè Protezione Civile, nè Bertolaso che tengano: cambierà mai lo status quo? E Guido non volle attendere la risposta e scelse l’Africa..
bertolaso
La notizia è di oggi ed è di quelle che lasciano senza dubbio perplessi: Bertolaso lascia la Protezione Civile.
L’uomo della “Provvidenza” post disastri, che ormai ci siamo abituati a vedere presenziare luoghi che hanno subito eventi devastanti e che, con il piglio deciso ha cercato di rimettere in piedi le situazioni più imbarazzanti (l’immondizia di Napoli su tutti), dice basta a questa continua emergenza professionale dopo forse aver perso la battaglia più importante, quella della messa in sicurezza del territorio italiano.
Questo “muro invalicabile” deve aver strozzato il buon capo della Protezione Civile soprattutto in Sicilia:
lì infatti, l’instabilità idrogeologica senza precedenti, emersa in tutta la sua drammaticità dopo la frana di ottobre in cui sono rimaste uccise più di trenta persone, ha dato forse per la prima volta al Superman “denoialtri” un senso di impotenza. La culla della Magna Grecia, lontana dagli antichi splendori, ha offerto su scala mondiale tutta la sua fragilità dopo codesto episodio eccezionale con gli sfollati che per la prima volta si trovano di fronte ad un’esigenza diversa dal solito, non tornare nelle loro case ma essere portati al sicuro, lontano dalla loro terra e da una montagna con i piedi d’argilla che può essere messa in sicurezza solo forse essendo rasa al suolo (!!!) Noi ci siamo tornati a Scaletta Zanclea a distanza di un mese (presto il video) per vedere con i nostri occhi se la parole di disarmo del buon Bertolaso dopo aver visto gli effetti del crollo della montagna avessero reale riscontro nei fatti e siamo rimasti sconcertati: lì la situazione è ancora in piena precarietà, tra mezzi di soccorso, gente con le pale in mano, ambulanze ed una grande presenza di posti di blocco con un dispiegamento imponente di forze dell’ordine. E’ passato un mese e sembra ancora ieri: cosa ha fatto Lombardo (Commissario Straordinario ad hoc)? Sappiamo che era impegnato nel progetto olimpico ma qui nel messinese ancora tutto è fermo e lontano dalla normalità.

Lo sguardo perso di Bertolaso, il suo rassegnato passaggio di consegne al Governatore dell’MPA, trova la sua verità nelle strade piena di polvere e fango di Scaletta: l’Italia non è solo l’Aquila, la Sicilia è Italia e qui non c’è nè Protezione Civile, nè Bertolaso che tengano: cambierà mai lo status quo? E Guido non volle attendere la risposta e scelse l’Africa..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.