Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Elezioni Comunali Creazzo: perchè la prossima volta non trovarsi in una moschea?

Dibattito presso palestra Ghirotti

Dibattito presso palestra Ghirotti

N.D.R. Elezioni amministrative 2014
Era il 22 maggio 2014, si ritrovavano presso la palestra Comunale Ghirotti, in assoluto clima elettorale di pacifica interazione, i candidati di allora, Rigoni, Biolo, Giacomin e Bosco.
Nessuna polemica, grande affluenza di pubblico.
Oggi, scomparsi dall’agone amministrativo i 5 stelle e Creazzo nel cuore, con la nuova candidata part time del centro sinistra De Alessandris, viene fuori un’assurda polemica, che non si capisce come mai abbia avuto la ribalta del Giornale di Vicenza, in quanto stucchevole e funzionale a mettere in difficoltà la signora Maresca,  per partito politico e ultimi risultati elettorali amministrativi di diritto  meritatasi l’appellativo de’ la “valanga azzurra”, che si è defilata con stile affermando:

Successivamente alla mia disponibilità di partecipare ad un confronto tra candidati a sindaco, sono emerse alcune gravi situazioni di mancanza di imparzialità prima nell’organizzatore della serata e poi nel comitato di decisione delle domande e di scelta del moderatore. Alla richiesta di porre rimedio a tale situazione e alla ubicazione dell’incontro (chiesa di san Marco) la risposta è risultata negativa. Questa situazione ha determinato la rinuncia alla partecipazione della serata.
Ma da quando i dibattiti politici si fanno in chiesa (Non risulta agli atti che mai prima la Maresca abbia avuto problemi nel frequentare i locali atti al culto cristiano curriculum Vice Sindaco Maresca Carmela, chiaro come il Sole la ragione intrinseca dell’insostenibilità del dibattito per ragioni altre)? Quando un prete entra sul merito delle questioni, delle scelte dei locali? Da quando l’Auditorium non è atto a determinate manifestazioni? Da quando il cristiano non può presentarsi nei locali di proprietà del Comune? Da quando il cittadino, che fa parte di una Comunità, che costituisce un popolo, che viene amministrato da concittadini che vivono in un territorio non può godere di strutture pubbliche e per la transitiva di sua proprietà?
Mancano trenta minuti all’evento: oggi, venerdì 17, organizzato dalla Civica per Creazzo, per la Civica per Creazzo.

Carmela Maresca

Carmela Maresca

Delle volte basta poco per fare tanto ma se quel poco non c’è, se quel poco non perseguito serve a ragioni non democratiche… Vince sempre il ricordo, la memoria storica che dà forza a una tesi e costituisce lo zoccolo duro della coscienza responsabile di un popolo, notoriamente attivo, come quello creatino. Alle urne l’ardua sentenza.
Ad maiora semper.

PR: 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.