Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cura dei tumori, ecco la classifica degli ospedali più virtuosi

TUMORE AL POLMONE
Sono concentrati quasi tutti al Nord gli ospedali migliori per la cura dei tumori più diffusi, dal seno ai polmoni, al colon. A vantare gli stessi risultati solo un paio di strutture nel Lazio e in Toscana. E’ la classifica stilata dal portale ‘Dove e come mi curo’, progetto di Public Reporting in sanità, che da oggi utilizza otto nuovi indicatori di qualità clinica, sulla base dei quali è possibile individuare gli ospedali italiani più virtuosi di ogni regione e nazionali.

Attualmente sono 1.372 le strutture sanitarie accreditate in Italia; 178 le prestazioni presenti nel sito; 65 gli indicatori di qualità a cui si aggiungono questi nuovi 8 indicatori, come i dati sugli interventi, la degenza e la mortalità per cancro della mammella, polmone, colon, melanoma e i tumori nei bambini.

TUMORE DEL SENO – Fiore all’occhiello nazionale – secondo ‘Dove e come mi curo’ – è l’Istituto europeo di oncologia (Ieo), con 2.636 ricoveri per intervento nel 2015 e un tasso di 2,59 interventi di resezione (asportazione chirurgica parziale o totale di un organo) entro 120 giorni dal primo intervento e 2,51 interventi di resezione entro i 90 giorni. E ancora, l’Istituto tumori di Milano con 1.052 ricoveri (tasso di 8,93 per interventi di resezione entro i 120 giorni e di 8,75 entro i 90 giorni); l’Humanitas di Rozzano (MI) con 842 ricoveri per intervento (tasso di 3,62 per interventi di resezione entro 120 giorni e 3,29 per interventi di resezione entro i 90 giorni); l’azienda universitaria Careggi di Firenze con 761 ricoveri (tasso di 4 per interventi di resezione entro i 120 giorni e tasso di 3,6 per interventi di resezione entro i 90 giorni); il Policlinico Gemelli di Roma con 738 ricoveri (tasso di 1,29 per interventi di resezione entro 120 giorni e 1,27 di resezione entro i 90 giorni).

TUMORE DEL POMONI – L’Ieo di Milano è in cima alla lista delle migliori strutture anche per il trattamento del tumore al polmone, con 462 ricoveri nel 2015 e un tasso di mortalità a 30 giorni di 0,85, assieme all’Istituto Tumori di Milano con 353 ricoveri e un tasso di mortalità di 1,9. Segue l’ospedale di Padova con 286 ricoveri e un tasso di mortalità di 1,08; l’azienda ospedaliera università pisana con 271 ricoveri e un tasso di mortalità a 30 giorni di 0,91; l’azienda ospedaliera S.Andrea di Roma, con 271 ricoveri e un tasso di mortalità di 2,13.

TUMORE DEL COLON – Il Policlinico Gemelli di Roma è al primo posto con 365 ricoveri, un tasso di mortalità a 30 giorni di 2,62 e una degenza media di 7 giorni. Segue l’azienda ospedaliera universitaria pisana con 293 interventi, un tasso di mortalità di 4,12 e una degenza media di 8 giorni; le Molinette di Torino con 286 interventi, un tasso di mortalità di 1,4 e una degenza media di 8 giorni; l’azienda ospedaliera universitaria Careggi di Firenze con 280 interventi, un tasso di mortalità di 3,05 e una degenza media di 7 giorni. Chiude l’Ircss San Martino di Genova con 267 ricoveri, un tasso di mortalità di 4,26 e una degenza media di 8 giorni.

TUMORE DELLA PELLE – Nel tumore della pelle il podio spetta all’Idi di Roma con 2.297 ricoveri, seguito dall’Istituto Tumori di Milano (1.806 ricoveri), dall’Istituto Tumori di Napoli (909 ricoveri), dal Policlinico Umberto I di Roma (822 ricoveri), dall’ente ecclesiastico ospedale generale Regionale Miulli di Acquaviva delle Fonti di Bari con 794 interventi.

TUMORI PEDIATRICI – In cima alla classifica degli ospedali più virtuosi figura il Bambino Gesù di Roma con 565 ricoveri, seguito dal Meyer di Firenze con 266 ricoveri, dall’ospedale di Padova (224 ricoveri), dal Santobono di Napoli (223 ricoveri), e dall’ospedale Sant’Anna di Torino (161 ricoveri).
Fonte ADNKRONOS

PR: 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.