Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Regione Veneto a fianco dei pendolari traditi: “non esistono solo i Freccia Rossa”

frecciarossa
Il diritto di viaggiare senza che sia una battaglia che si rinnova ogni giorno, con il caldo, freddo ed ogni condizione atmosferica; il tempo che va e si disperde in barba al lavoro ed alla famiglia che aspetta, i bambini a cui è difficile spiegare che il treno come l’isola che non c’è spesso si smarrisce in pii desideri, che mamma e papà non tornano per un gioco di scacchi con il guadagno e perdono su tutti i fronti il proprio sè.
La serenità che Zaia cerca e ricerca come un diritto di chi salta sui convogli per star seduto e non a gomiti alti per difendersi dal sovraffollamento, nel tempo che la vita gli dà per riflettere nel percorso casa – lavoro / lavoro – casa, come un salutare stacco dalla folle e deleteria corsa del quotidiano, Caro Presidente la tua battaglia è la nostra!
“La mia priorità è una sola: che i pendolari abbiano un servizio ferroviario degno di questo nome, facendo in modo che i pendolari del Veneto abbiano a disposizione treni puntuali, non sovraffollati, puliti e confortevoli. C’è un contratto pagato con i soldi dei veneti del quale oggi non tutti i parametri sono rispettati e questo non lo possiamo accettare”
“E finchè non constatiamo questi quattro standard qualitativi all’ennesima potenza – ha detto ancora il presidente del Veneto –comunque condurremo una battaglia giorno per giorno con Trenitalia, che in ogni caso ha firmato con noi un contratto e lo deve rispettare”. “Piuttosto – ha aggiunto – poiché Trenitalia, come RFI, è al 100 per cento di proprietà di Ferrovie dello Stato, che è al cento per cento del Ministero dell’economia e delle finanze, cioè dello Stato, tutti gli esponenti governativi che si stracciano le vesti per i disservizi dei nostri treni vadano dal governo: chi ha responsabilità non deve dare consigli ma risolvere i problemi Il governo può tranquillamente intervenire e decidere che ragionamento fare al gestore, sapendo che non esistono solo i Freccia Rossa, ma che il popolo viaggia sui treni regionali”.


Trenitalia è avvisata, avanti il prossimo: vinca il migliore, speriamo….

PR: 0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.