Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Una bandiera italiana per ogni scuola del Veneto


(AVN) – Bassano del Grappa (Vicenza), 10 febbraio 2010.
L’assessore regionale all’Istruzione Elena Donazzan chiederà a tutte le scuole del Veneto di esporre un’asta con la bandiera italiana. Lo ha annunciato stamani nel corso della cerimonia di consegna della bandiera da parte della sezione di Montegrappa dell’Associazione nazionale alpini (Ana) agli alunni della scuola primaria Giovanni Pascoli di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza.
La cerimonia, organizzata in occasione del novantesimo anniversario di fondazione della
sezione Ana Montegrappa, è stata anche l’occasione per commemorare i martiri delle foibe:
“Ricordiamo – ha detto l’assessore Donazzan nel corso della cerimonia – coloro che proprio
perché italiani sono stati costretti a lasciare le terre di Istria e di Dalmazia e sono stati
infoibati”.
“Come la divisa – ha ricordato l’assessore all’Istruzione – è per un soldato la sua stessa vita,
così la bandiera per il popolo italiano è qualcosa in cui si deve e si può riconoscere. Le scuole
sono i luoghi dove ci educhiamo alla cittadinanza, dove costruiamo la nostra appartenenza,
dove ci identifichiamo in una storia comune. Per questo credo che sia importante che altre
scuole imitino l’esempio della terza direzione didattica di Bassano del Grappa dove ogni
lunedì mattina verrà organizzato un alza bandiera, e ogni venerdì un ammaina bandiera”.
Messaggi al dirigente del circolo didattico Aldino Tognon sono arrivati dal Presidente della
Repubblica dal ministro dell’Istruzione e da quello della Difesa. “Apprendo con piacere –
scrive il ministro Ignazio La Russa – che questa iniziativa non resterà isolata, ma sarà ripetuta
anche nelle altre scuole del vostro circolo didattico. Il nostro tricolore è più che una semplice
insegna di Staro. È simbolo di un popolo che trova la sua identità nei principi di fratellanza,
uguaglianza e giustizia. Testimone dei sentimenti che ci uniscono fin dai giorni del nostro
glorioso Risorgimento, è un indiscusso vessillo di libertà. Non è un caso che i padri
costituenti indicarono all’art. 12 il Tricolore italiano. Valori che è giusto e fondamentale
trasmettere ai bambini, a questi piccoli uomini e donne che rappresentano il futuro della
nostra amata Patria”.
Alla cerimonia hanno partecipato le autorità civili, militari e religiose di Bassano del Grappa,
tra le quali il sindaco Stefano Cimaldi e il presidente della sezione Ana Montegrappa, Carlo
Bordignon.