Socialize

RSS Feed

Quel che Renzi non dice: bonus 80 euro fino a dicembre 2014

Renzi Prossime Elezioni 25 maggio 2014. Protagonista a tutto campo Matteo Renzi. Evento partita del cuore. Fregatura 80 Euro ad “orologeria”. Qualche tempo fa l’onorevole Di Battista M5S aveva dichiarato che la sovraesposizione di Renzi in tv fosse tale e tanta che mancava solo il suo intervento alla Prova del Cuoco ad impastare gli gnocchi… Poco ci mancava che venisse accontentato. Renzi, mago del marketing e della comunicazione politica non smette di stupire. Riesce a catalizzare l’attenzione dei media che non sono in grado neanche di replicare alle più evidenti storture del suo procedere registrando LE SUE dichiarazioni in articoli che si concludono che è sempre colpa dei cinque stelle e di Grillo. Baggio-Renzi dopo anni, anni ed anni, vuole giocare la partita del cuore: una richiesta di Gino Strada, un suo capriccio sportivo, la voglia smodata di fare beneficienza? Mah, sappiamo solo che manca un mese giusto alle elezioni ed il Premier se ne inventa una al giorno. In un Paese in ginocchio, dove si taglia tutto per tutti tranne che per i politici, la standing ovation ci sta tutta, visto che, il pinocchietto fiorentino, vuole giocare a Firenze la partita della vita, nella città che è diventata il simbolo della sua ipocrisia: Sindaco lui che in questi anni ha trovato il tempo di “gareggiare” per due primarie del PD, diventare Segretario di Partito ed ora Primo Ministro Italiano, neanche lo avessero eletto per amministrare Laghi (VI). Per giunta, senza macchia e senza paura (e senza vergogna) dichiara: “Ma chiedo comunque alla mia Firenze di rispondere alla grande. Che l’Artemio Franchi sia pieno, che siano tante le donazioni, che sia una grande festa.” Alla mia Firenze??? Quella che lui guarda da lontano, dalla capitale, dai palazzi romani: che faccia di bronzo (Citazione riferita ai Bronzi di Riace, di evidenti attributi maschili)!!! L’ultimissima, la bandierina che lui sventola alto, tra un cinguettio in “diretta mondiale” e un post su facebook, la celeberrima storia degli ottanta euro. Già, arriva il decreto per ridurre l’Irpef nel 2014. Lo sconto sarà di 640 euro, 80 al mese fino a dicembre, per i contribuenti con reddito fino a 24.000 euro. Esclusi gli incapienti (chi non paga Irpef perche’ le detrazioni superano il dovuto). Da 24.000 a 26.000 euro il bonus decresce fino a zero. Ennesima standing ovation: il bonus che abbia scadenza è stato necessariamente (dalla stampa ossequiosa) detto sottovoce. Qualche tempo fa il Governo Berlusconi fece un qualcosa del genere con la detassazione degli straordinari, anche quello a tempo e nell’ultima campagna elettorale sempre il cavaliere fece la stessa cosa con l’abolizione dell’Imu che uscì dalla porta per entrare dalla finestra sotto mille altre forme/tasse. Fino a quando questi giocolieri della politica penseranno di poter prendere in giro il popolo bue? Ad maiora.

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

One Response to Quel che Renzi non dice: bonus 80 euro fino a dicembre 2014

  1. lupoalberto

    16 luglio 2014 at 18:16

    Renzi ci fa avere 80 euro in più in busta paga, ma non crea posti di lavoro. E i disoccupati sono sempre più a spasso!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>