Socialize

RSS Feed

Originale richiesta da un ristorante veneto: “cercasi cameriera che parli il dialetto”

tosi-tose-dialetto-veneto
Decine di ragazze, da tutta Italia e persino da Marocco, Romania e Ucraina, hanno risposto all’annuncio di un ristorante del Trevigiano pronto ad assumere una nuova cameriera a patto che sia in grado di parlare veneto.
L’annuncio richiedeva una donna sotto i 28 anni. Oltre alle venete, si sono proposte piemontesi, pugliesi, ma anche straniere, di origine romena o ucraina. Tra le venete, che giocano ovviamente in casa, la domanda di poter avere un colloquio è stata fatta, sempre online, perfino in dialetto.
A raccontare l’esperienza, riportata sui giornali locali, è lo stesso ristoratore, Massimiliano Fardin, 36 anni, due figli, nel passato un lavoro da carpentiere e nel futuro un’attività neoimprenditoriale insieme alla moglie. “Il locale – spiega – si chiamerà Hosteria Dai Bastardi e offrirà ai suoi clienti i tipici cicchetti, nello stile di un bacaro veneto, a base di nervetti, baccalà, folpetti e bigoli”.
Fardin ha già avuto un colloquio con tre ragazze, tra le quali una romena e una ucraina. “Cerchiamo una cameriera che parli veneto perché questo è lo stile del locale – dice ancora Fardin -. Non è un fatto di razzismo verso qualcuno, è semplicemente perché il nostro menu sarà in dialetto”.
Fonte tgcom24

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>