Socialize

RSS Feed

La grande bruttezza di Sorrentino: il peggior discorso di ringraziamento

ROBERTO BENIGNI CELEBRATES BEST FOREIGN FILM OSCAR

Una voce fuori dal coro.

Tutti si sprecano a ringraziare per la vittoria all’ come miglior film straniero ed anche noi non possiamo che toglierci tanto di cappello ringraziando il regista della grande impresa cinematografica tricolore che ci ha fatto gonfiare il petto di orgoglio nazionalista.
Nel momento però in cui l’asso piglia tutto napoletano diventa protagonista e balza davanti alla macchina da presa per ricevere il tributo dei tributi per gli uomini del mestiere, il campionato del mondo di chi si dibatte tra pellicole e botteghino, commette due grandi scivoloni (fosse caduto, Dio non ce ne voglia, avrebbe fatto più bella figura):
discorso privo di contenuti e gioia reale, monocorde, al ritmo incessante de’
thank you to….
thank you to….
thank you to….
Capiamo, forse, il carattere un pò schivo ma a volte un bel foglietto di carta e due parole ben scritte nero su bianco avrebbero donato un ricordo migliore alla storia.
E poi.. Povera Italia… Ma si può dire al mondo che Maradona è la tua ispirazione?!!?!?
Sei napoletano, va bene il Golfo, il Vesuvio, la pizza, Posillipo, Marechiaro ma dire che la propria ispirazione è Maradona!!!!
Un’ altra figuraccia su scala mondiale targata Italia:
dopo un pregiudicato ricevuto da Napolitano, un evasore, un drogato, un uomotuttotrannecheunesempio ad ispirare una vittoria come quella di Sorrentino di ieri sera.
Poveri noi!
Come dice il detto: “il più bel tacere non fu mai scritto”.
Vincitori a confronto:

Benigni a rivederti per l’ennesima volta ci hai fatto venire le lacrime agli occhi: grazie!!!

PR: 0

Tags: , , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>