Socialize

RSS Feed

Vicenza. Comune e ordini professionali puntano all’efficienza e alla semplificazione

burocrazia_semplificazioni
In tempi brevi un nuovo regolamento edilizio e una riorganizzazione degli uffici che semplifichi le procedure e abbatta i tempi di risposta ai professionisti. Questi gli obiettivi condivisi da amministrazione e ordini professionali nel corso di un incontro che si è tenuto stamani a Palazzo Trissino.
Per il Comune erano presenti il sindaco Achille Variati, gli assessori alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti e alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Marco Dalla Pozza, il direttore generale con delega all’edilizia privata Antonio Bortoli e il direttore dei settori ambiente e urbanistica Danilo Guarti, mentre per i professionisti hanno partecipato alla riunione i rappresentanti degli ordini degli ingegneri e degli architetti e dei collegi dei geometri e dei periti.
“La semplificazione dell’attività comunale nei confronti dei cittadini – ha ribadito il sindaco Achille Variati – è un impegno forte di questo mandato amministrativo nel quale, non a caso, ho voluto un assessorato con questa specifica delega. La collaborazione con i professionisti è fondamentale per migliorare efficienza e qualità dell’azione amministrativa. Anche alla luce dell’impegno preso con il consiglio comunale per la predisposizione di un nuovo regolamento edilizio entro l’anno, abbiamo quindi avviato una fase di confronto nella quale le segnalazioni di chi opera sul campo diventano preziosi suggerimenti per una reale innovazione”.
“L’incontro di oggi – aggiunge l’assessore Zanetti – è servito a chiarire che gli scopi nostri e dei professionisti sono gli stessi. Sono soddisfatto per lo spirito di collaborazione emerso da tutti i presenti. Mi impegnerò personalmente per raggiungere gli obiettivi che ci siamo dati”.
Nel concreto, nel corso dell’incontro si è decisa la costituzione di un gruppo di lavoro ristretto, coordinato dall’assessore Filippo Zanetti e formato da tecnici comunali e da delegati dagli ordini professionali, per la redazione del nuovo e molto richiesto regolamento edilizio che tenga conto delle esigenze tecniche attuali e dell’evoluzione normativa, anche rispetto alle tematiche energetiche e ambientali.
“In questo contesto – ricorda l’assessore Dalla Pozza – molto importante sarà chiarire il problema della certificazione degli edifici e del risparmio energetico, che permetterebbero di dare maggiore qualità al costruito. Ma le stesse norme del Pat e del Pi è necessario che vengano sottoposte a “manutenzione”, ovvero che vengano verificate nella loro applicabilità a distanza di alcuni mesi dalla loro approvazione. Per fare questo sarà necessaria la collaborazione di ordini professionali e categorie economiche.”
Nel frattempo l’amministrazione proseguirà la sua azione sul fronte della riorganizzazione interna, a partire dalla riduzione delle code agli sportelli dell’edilizia privata grazie all’introduzione di nuove forme di informatizzazione: la sola presentazione on line delle comunicazioni di ordinaria manutenzione e preliminari comporterà l’abbattimento di almeno 1500 pratiche fisiche all’anno.
Contestualmente gli uffici approfondiranno i temi urbanistici di più complessa applicazione, in modo da garantire ai professionisti la massima omogeneità di interpretazione delle norme da parte dei tecnici comunali.

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>