Socialize

RSS Feed

Notte sul tetto per deputati M5S

spazzatura
Questi giovanotti M5S ci fanno emozionare nel vivere con il cuore, di slancio, questo loro momento istituzionale. Adesso urlano al mondo che l’Italia è una Nazione da amare nella speranza che si salvi dall’incertezza un futuro che sovvertirebbe la legge uguale per tutti nel nome del comune, politico “magna magna”.
Aspettiamo al varco l’esito delle grandi manovre PD/PDL nel tentativo di dare consistenza all’agibilità politica di Berlusconi; questi ruffiani del “Boss” pronti a vendere la propria dignità per una poltrona ed un futuro “a corte”, questa gente che ha figli e famiglia a casa, non cerchi scusanti, il primo Napolitano: non vi permettete più di parlare di salvezza dell’Italia e abbiate il coraggio di chiamarlo con il suo nome: interesse personale!!

Nota a cura de’ La redazione
www.ilcolleinforma.com

(AGI) – Roma, 7 set. – Notte all’addiaccio per i dodici deputati del Movimento 5 Stelle che ieri hanno occupato la terrazza sul tetto della Camera in segno di protesta contro l’iter delle riforme costituzionali avviato a Montecitorio.
L’intenzione, viene spiegato, e’ di rimanere ancora per tutta la mattinata, ma si sta valutando di prendere parte, in giornata, alle manifestazioni a favore della Costituzione organizzate dallo stesso M5S con banchetti sparsi in tutte le piazze italiane. piazza Montecitorio e piazza San Silvestro incluse. A tutelare la sicurezza dei deputati si e’ avvicendato il personale della Camera. Da piazza Montecitorio, dove si e’ creato un piccolo assembramento sotto le insegne del movimento di Antonio Ingria, sono partiti in mattinata diversi applausi in direzione dei dimostranti.
Dal tetto, i deputati a 5 Stelle si sono mantenuti in contatto con i loro sostenitori via Facebook. “Buongiorno a tutti. Dal tetto si respira una bella aria e la Repubblica italiana sembra un po’ piu’ libera. Venite a Montecitorio perche’ oggi faremo un banchetto (un altro a Piazza san Silvestro) per parlare delle vergognose riforme costituzionali che il partito unico vuole fare in deroga all’articolo 138.
Partecipare e’ un dovere se si ha a cuore il paese. Noi siamo ancora qua sopra”, ha scritto Alessandro Di Battista. “Siamo sul punto piu’ alto delle Istituzioni. Da qui chiediamo di rispettare la Costituzione e toglierla dal basso pantano che gli hanno riservato i partiti. Il Sole saluta questa scelta Un Sole che sorge come la speranza che e’ in noi”, ha assicurato Sergio Puglia.
“La prima #lanottedellacostituzione sui tetti di Montecitorio e’ passata”, ha raccontato Massimo Artini.
In molti hanno postato foto dell’alba vista da palazzo Montecitorio e qualcuno, come Alessio Villarosa, anche della notte appena passata. “Tutto pronto, chi si addormentera’ per primo?”, ha scritto accanto a un’immagine notturna. (AGI) .

PR: 0

Tags:

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>