Socialize

RSS Feed

Aggiornamenti sull’incendio al colorificio Zetagi di Creazzo

arpav
(AAV) Vicenza, 5 giugno 2013 – A seguito dell’incendio scoppiato ieri, 4 giugno, presso il colorificio (VI), una squadra di tecnici ARPAV inviata sul posto ha prontamente effettuato le opportune verifiche analitiche, che non hanno evidenziato situazioni di particolare rischio per la salute della popolazione.

Il personale ARPAV ha comunque prelevato un campione, in una zona rappresentativa delle possibili ricadute per la popolazione, per verificare lo stato della qualità dell’aria a seguito dell’evento.

Le analisi eseguite hanno riscontrato la presenza delle sostanze attese per il tipo di evento, in particolare alcuni solventi tipici delle lavorazioni eseguite presso l’opificio.

Le concentrazioni degli stessi sono risultate però estremamente contenute (inferiori alle parti per milione) e tali da non aver costituito un rischio sanitario né tanto meno ambientale.

Va rilevato che durante la notte c’è stato un modesto riavvio dell’incendio (evento non raro in situazioni simili) che ha richiesto un nuovo intervento dei Vigili del Fuoco.

Va altresì segnalato che in mattinata, a causa della rottura di una tubazione, è confluito dal reparto interessato dall’incendio ai tombini fognari una quantità importante di prodotto contenente un pigmento blu (contenente in particolare blu di ftalocianina). A seguito di questo episodio, il gestore della fognatura e del relativo depuratore è intervenuto per intercettare il prodotto, tramite espurgo con autobotti, nella stazione di sollevamento più prossima al depuratore, così da evitare conseguenze sulla funzionalità dell’impianto di trattamento delle acque. Non vi sono state, quindi, ricadute ambientali legate all’evento.

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>