Socialize

RSS Feed

Allarme ReteImprese: -100mila aziende nel 2012. E il nostro reddito scende ai livelli del 1986

redditi

Sale a quota 100mila il conto delle imprese “morte” nel 2012 rispetto al 2011. Lo afferma Rete Imprese Italia in un’analisi presentata oggi. Il saldo tra mortalità e natalità delle aziende artigiane e di servizi di mercato, di quelle manifatturiere e di quelle legate alle costruzioni porta la somma a 100mila aziende “scomparse”.
Giù i consumi
I consumi reali procapite sono ancora in calo nel 2013 dopo un 2012 che ha segnato una diminuzione del 4,4%. Rete Imprese Italia stima infatti una flessione dell’1,4% per quest’anno, con un balzo indietro di 15 anni: 15.695 euro i consumi procapite nel 2013 rispetto a 15.753 del 1998.

Il nostro reddito come nel 1986
Se per i consumi siamo tornati indietro di 15 anni, ancora peggiore è la situazione sul fronte reddito, sceso nel 2012, del 4,8%, perdendo in valori assoluti 879 euro. Previsto un ulteriore calo nel 2013, con un reddito procapite pari a 16.955 euro (erano 17.337 euro nel 2012). Per ritrovare numeri simili bisogna risalire a 27 anni fa: era il 1986.

Istat: ripresa sì, ma molto lenta
Uno spiraglio di speranza viene dall’Istat: il presidente Enrico Giovannini sottolinea infatti come secondo le previsioni “nella seconda metà del 2013 è probabile un reupero dell’attività produttiva”, precisano però che “tutti concordano nel dire che sarà una ripresa molto lenta, non solo in Italia ma in tutta Europa. Se fosse così, non produrrebbe effetti sull’occupazione”.
Fonte TGCOM24.IT

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>