Socialize

RSS Feed

Ricordiamoci di questo video quando nel 2013 andremo a votare

(Nella foto C. Santoro)
Di Caterina FRANCHINA

Noi Italiani abbiamo vinto il premio europeo della pazienza (o della coglionaggine).
Sopportiamo in silenzio (o quasi) da anni lo scempio delle nostre vite, di un futuro malmenato, della impossibilità di certezze, di speranza.
Ci rassegniamo al fatto che non avremo pensione dopo anni di lavoro, non avremo diritti dopo anni di tasse, abbiamo solo un reiterato presente, un vivere alla giornata che è tipico dei morti viventi.
Il Governo tecnico in carica da un anno con la promessa di mari e Monti (scusate la battutaccia) non è stato in grado di mettere in campo una legge elettorale, una patrimoniale, nulla di nulla; la grande affermazione geniale del professore è che il sistema sanitario sia al collasso e che lui non garantisca per il futuro e che non si escludono ancora tasse, ancora aumenti.
Elezioni subito, lo dico forte e chiaro. Non diamo ancora spazio a controfigure (Renzi burattino di Berlusconi?), ricicloni (Santanchè) falsi eroi (Sallusti o peggio Maroni salvatore del Nord!), puntiamo dritto dove si sente l’odore della giustizia, quella vera, che sa di gioventù: non vi dico cosa fare, ma vi dico cosa non fare, non credete alle parole, non lasciatevi gabbare! I fatti quelli veri si ricercano nella storia di ciascuno che vuole conquistare la nostra fiducia: informate chi non può andare in rete ed informatevi per diffondere la freccia bianca della svolta, non a destra o a sinistra, ma verso il futuro, un nostro sacrosanto diritto. Andate a votare, non vi astenete e non dimenticate: ciò che noi siamo oggi deve essere trampolino per il domani e non peso insopportabile per i nostri figli, proviamoci, almeno per loro.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>