Socialize

RSS Feed

Berlusconi riscende in campo, Monti sale in politica, la Littizzetto prende le scale mobili del vaff….

th
Uno dei pezzi comici-non comici che rimarranno nella storia della politica e della televisione di tutti i tempi.
In un momento di sofismi politici Lei usa le parole con il loro valore, pietre.

“Lui è fatto così: quando vede che il Paese si sta riprendendo, deve intervenire. E’ più forte di lui.
Ma lo capite che non ne possiamo più, che ci siamo rotti le balle?! Che ogni volta che vi vediamo in televisione ci si chiude lo stomaco e si allargano le vie di smaltimento! Non è antipolitica, la politica è una cosa bella. Noi ce l’abbiamo con voi, che vi fate i fatti vostri sulla nostra pelle. Noi ci siamo fatti un mazzo così.
Una volta accettavamo le vostre cazzate: mangiavate la mortadella in Parlamento, facevate finta che Ruby era nipote di Mubarak. Ci siamo messi anche a ridere, adesso basta. Monti ci ha messo tutte ’ste supposte una per una come le cartucce della cerbottana. Adesso torna Berlu e sale lo spread.
Non dico un pudore, che è un sentimento antico, ma una pragmatica sensazione di aver rotto il cazzo”

(Luciana Littizzetto)

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>