Socialize

RSS Feed

Feroce contestazione verbale vs Trenitalia: “io pago la multa e vi denuncio!”

Di Caterina Franchina

Stazione di Vicenza. 20 Novembre 2012. ore 8.00 ca.
Per il pendolare Trenitalia, per dirla alla maniera di Riccardo Fogli,”Storia di tutti i giorni” o quasi, per il viaggiatore occasionale € 10,30, a tanto ammonta la differenza con il biglietto regionale per salire su un Freccia Rossa. All’ennesima volta però scatta il clic della protesta a fronte di una palese presa in giro: il tabellone riporta uno dei consueti ritardi del regionale diretto a Venezia.

il tabellone in stazione
Mi accingo ad andare al binario 2 dove è previsto il tardivo arrivo ma succede quello che non t’aspetti: è segnato già l’Eurostar delle 8.26!!
Torno indietro in stazione ma il tabellone rimane immutato; ufficio informazioni come si vede in foto chiuso. Chiedo in giro per capire la gente cosa ne pensi: qualcuno ha già provveduto a fare il biglietto per l’Eurostar altri sono già rassegnati a prendere il regionale successivo, come sempre succede, e, tra loro, studenti e lavoratori, categoria decisamente non protetta!   Arriva l’Eurostar: decisamente puntuale.

Il treno regionale non pervenuto. Mi avvio a cercare il controllore e con fatica riesco a trovarlo, attorno a me gente esasperata: dopo aver chiesto spiegazioni salgo e dico “mi faccia la multa!” Il controllore mi urla dietro “Si fermi!” Mi blocco subito e come richiesto mostro biglietto ed un documento e lì comincia la protesta . Alla fine quando dichiaro la mia volontà di voler pagare la multa e denunciare il tutto ai giornali il controllore non prende nessun tipo di provvedimento dichiarandosi estranea al tutto in quanto non dipendente di Trenitalia. La violenza non serve, ma la protesta sì di fronte ad una palese reiterata ingiustizia. Sarà un caso: dopo questo episodio tutta la settimana il treno regionale delle 8.05 è sempre arrivato… Ad maiora… Accà nisciun’ e’ fesso!

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>