Socialize

RSS Feed

Idv: Donadi-Formisano lasciano partito. A rischio gruppo Camera


(ASCA) – Roma, 8 nov – ”Dopo una riunione durata 4 ore ieri sera dei gruppi parlamentari dell’Idv in cui non c’e’ stata nessuna rassicurazione su correzione di linea e di gestione da parte di Antonio Di Pietro, abbiamo deciso di lasciare sia il partito sia il gruppo parlamentare”. Lo annunciano a Montecitorio in una conferenza stampa Massimo Donadi, ex capogruppo dell’Idv alla Camera, e Nello Formisano, deputato ed ex responsabile dell’Idv in Campania. ”Si e’ partiti dalla famosa foto di Vasto – continua Donadi – ma poi tutto si e’ distrutto con le critiche frontali al presidente della Repubblica e al Pd. Il consenso all’Idv e’ intanto diminuito del 50-60%. Abbiamo iniziato a oscillare tra i referendum sul lavoro e Grillo. Ci siamo trovati di fronte a un partito senza una linea chiara. Il nostro dissenso era maturato da tempo”. ”Non faremo un raggruppamento di combattenti e reduci. Dopo la fine del berlusconismo, vorremmo tornare a riappropriarci della politica. Il modello dell’uomo solo al comando e’ finito”, aggiunge Formisano. ”C’e’ bisogno di ritornare a squadre e non a singoli leader. Il modello e’ quello di Hollande che ha saputo costruire una squadra”, batte su questo tasto Donadi. Quanto alle prospettive, i due deputati sottolineano di voler guardare con interesse ”a tutte le esperienze di civismo che sono una galassia in grado di contribuire allo schieramento di centrosinistra”. Donadi avverte che ”per quanto riguarda le primarie del centrosinistra, noi daremo indicazione di voto a favore di Bersani perche’ ha il profilo giusto per questa fase, e’ un federatore”. A una domanda che chiedeva conto a Donadi e Formisano sulla conoscenza di come veniva gestito il finanziamento pubblico dell’Idv, l’ex capogruppo alla Camera spiega: ”Tutti avevamo accettato quel metodo personalistico perche’ il partito era nato su impulso di una persona. Sono sicuro pero’ che i fondi sono stati usati con correttezza e onesta’. Dell’uso invece dei fondi pubblici per la ristrutturazione della casa di via Merulana, che non e’ mai stata una sede dell’Idv, ne ho appreso dalla recente puntata di ‘Report’ che si e’ occupata di Idv. Su quest’ultimo caso ho chiesto delle spiegazioni, che pero’ non ho avuto”. Con le dimissioni dei due deputati dal gruppo dell’Idv quest’ultimo corre il rischio di essere sciolto perche’ il regolamento della Camera prevede che ogni gruppo abbia almeno 20 deputati. Di Pietro chiedera’ una deroga a Gianfranco Fini, presidente della Camera? Intanto Donadi e Formisano annunciano che nei prossimi giorni chiederanno di incontrare il Capo dello Stato in modo da rinnovare a Napolitano stima e solidarieta’. gar/vlm

PR: 0

Tags:

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>