Socialize

RSS Feed

Grillo vs Renzi: una poltrona prima di tutto… I controsensi del pdino


Ancora Grillo ‘versus’ Renzi. Il leader del Movimento 5 Stelle posta sul suo blog un video del 2009 in cui Renzi stigmatizzava i candidati che lasciavano a metà il loro lavoro per entrare in Parlamento. “Tre anni dopo si candida, da sindaco di Firenze, alle primarie del pdmenoelle per il candidato premier. Un uomo di parola”, commenta sul blog. Dove si vede un giovanissimo Matteo Renzi che dice: “C’é solo una cosa che credo che dovrebbe farci riflettere. A me piacerebbe che quando qualcuno si candida fosse in grado di non lasciare a mezzo il lavoro. Credo – diceva ancora Renzi – che quando uno è stato eletto 8 mesi fa in Parlamento, avrebbe fatto meglio a finire il lavoro in Parlamento, o viceversa a non candidarsi in Parlamento e a candidarsi direttamente per il Comune di Firenze perché: finiamo un mandato e poi preoccupiamoci del resto”.

PORTAVOCE RENZI, E’ GRILLO PARLANTE – “E’ un Grillo parlante, ma non un Grillo ascoltante”. Così Marco Agnoletti, portavoce di Matteo Renzi, replica alle dichiarazioni di oggi di Beppe Grillo. “Matteo Renzi – aggiunge Agnoletti in una nota – ha più volte spiegato che, qualunque sia l’esito delle elezioni primarie e delle politiche, Firenze non tornerà alle urne fino alla scadenza naturale del mandato (nel 2014). E che inoltre, comunque vadano le primarie, Renzi non si candiderà in Parlamento, né tanto meno – conclude – accetterà incarichi di Governo in caso di eventuale sconfitta”.

PR: 0

Tags:

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>