Socialize

RSS Feed

AMO IL VENETO: DONAZZAN, E’ PROGETTO CHE VEDE AL CENTRO PERSONA E NON PARTITO, VICENZA E NON UNA PARTE DI ESSA


“Questo sarà il luogo dove ci incontreremo, una “casa” che animeremo e in cui ci sarà la massima partecipazione, e dove nessuno è interessato al“da dove si arriva”, ma è fondamentale il “dove si vuole andare” e la porta è aperta per tutti coloro che hanno qualcosa da proporre per la nostra città, per la politica, per la Patria. E’ un progetto che vede , Vicenza e non una parte di essa, la Politica e non la ‘bottega’ ”.
Lo ha dichiarato l’assessore regionale del Veneto all’Istruzione e al Lavoro Elena nel corso della conferenza stampa, questa a mattina a Vicenza per la presentazione della nuova sede di Amo il Veneto, in piazzale Giusti n.8, che verrà inaugurata sabato 29 settembre alle ore 14,30. Dell’associazione, il cui presidente è Stefano Volpe, faranno parte anche nomi “noti” di politici e non, come Valerio Sorrentino, Francesco Rucco, Silvio Giovine, Luca Prioli, Maurizio Borra e Giampolo Stopazzolo.
“Vorremmo- ha aggiunto – che tutte le persone perbene si trovassero a casa, come quando una famiglia si incontra, discute anche animatamente, si confronta e poi decide per il bene comune, per il bene della propria famiglia innanzitutto, e il contributo di ciascuno è per noi fondamentale, per noi e per Vicenza”.
“Qui- precisa- chiunque varcherà la porta sa che troverà un posto aperto alle persone che condividono stile, principi e obiettivi, e sarà per noi un piacere accogliere chi ha gli stessi nostri riferimenti, proprio perché si può lavorare seriamente solo se si condividono le regole di questa famiglia: onestà, serietà, responsabilità, amor di Patria, senso di appartenenza alla propria identità. Qui vogliamo andare a creare l’humus culturale del centrodestra, perché uno degli errori del nostro ambiente è stata la mancanza di una condivisione culturale”.
Valerio Sorrentino ha sottolineato come: “La sede si trova in una delle zone della città che soffre di più il degrado, è un luogo simbolo conosciuto per lo spaccio, e non a caso abbiamo scelto di aprire qui”.
Francesco Rucco ha invece specificato che: “Ci sarà una particolare attenzione per ciò che concerne i servizi sociali e la sanità, controlleremo il territorio e saranno prioritari per noi edilizia agevolata, locazioni a prezzi calmierati, servizi sociali personalizzati dall’accompagnamento, domiciliarità e lavoro”. Luca Prioli ha quindi ricordato come: “Vicenza, a livello di forze di polizia, è la città più trascurata del Veneto, da cinque anni non arrivano rinforzi a differenza di Verona e Padova, e bisogna quindi tornare a essere politicamente incisivi”. Silvio Giovine ha concluso: “Il tema ruota intorno alla vivibilità di una città, di un centro storico, e se noi torniamo a portarci tanti ragazzi probabilmente ci saranno meno delinquenti”.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>