Socialize

RSS Feed

Creazzo. Quando la patata piace…

La redazione

Rileviamo nel week end appena trascorso il grande successo della festa della patata. Un eccellente mix di musica e buona cucina hanno attirato un gran numero di avventori nel “Villaggio di Andrea” a con il parcheggio al limite della capienza. Tra i presenti rileviamo la sempre attiva Teresa Piccoli, assessore comunale, che non manca mai negli incontri con i concittadini contestualizzati in eventi diversi.

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

4 Responses to Creazzo. Quando la patata piace…

  1. vladimiro

    27 agosto 2012 at 16:22

    broccolo, figo de la resta, e adesso patata e poi magari olio. proprio bravi

  2. Marco

    28 agosto 2012 at 07:43

    Peccato per la pessima organizzazione. Quasi un ora in fila per la cassa, e altrettanta attesa disordinata per avere il piatto…
    Bello il posto, ottima la musica (almeno il sabato) ma non ci verrò più, scottato dall’incapacità di gestione e dall’inadeguatezza del servizio.
    Consiglio, numero sullo scontrino del mangiare per avere il piatto e cambiate i camerieri!

  3. Tiziana

    28 agosto 2012 at 09:39

    Se parliamo di successo in termini di partecipazione non posso non concordare ma a livello organizzativo l’evento è stato mal gestito. Come l’utente precedente anche noi ci siamo trovati in coda per più di un’ora in cassa, per non parlare del fatto che già alle 9:00/9:30 alcuni antipasti erano terminati (per fortuna il volantino vantava le cucine aperte fino a tarda serata!). Per concludere in bellezza hanno fatto una confusione terribile con le ordinazioni e non mi hanno dato il primo, ma piuttosto che fare altra fila per reclamare sono andata via con la fame. Pessima pubblicità per il catering. Personalmente non ci tornerò.

  4. Luigi

    28 agosto 2012 at 10:15

    La locazione e’ veramente spettacolare e c’erano posti a sedere agevoli per tutti, voto 9/10.
    La musica (cover band di Elisa) era molto piacevole e di qualita’ alta, voto 9/10.
    Il mangiare era sopra la media delle sagre ma molto costoso rispetto a quello che veniva proposto (per un pasto completo si andava a spendere piu’ di 20 EUR a testa), voto 6/10.

    Il vero punto dolente e’ stata l’organizzazione. Il servizio fornito dal catering chalet e’ stato INACCETTABILE.
    Prima di tutto non e’ accettabile fare un’ora di coda (disordinatissima visto che siamo Italiani) con 30 gradi all’ombra e nemmeno l’ombra di un po’ di una fila (quindi e’ subentrato l’istinto primitivo con la supremazia del piu’ forte e di chi alzava di piu’ la voce).
    Non e’ accettabile che alle 20:30 molti piatti non siano piu’ disponibili. Era anche la prima sera, non quella finale dove dopo bisogna buttare via tutto quello che non e’ stato servito.
    Non e’ accettabile pagare prezzi cosi’ alti per dei piatti del genere e in questo contesto da simil-sagra. e.g. 3.5 EUR per una piatto di “chips” ovvero un pacchetto di patatine San Carlo (costo 1 EUR) versato su un piattino di plastica…
    Non e’ accettabile che con decine e decine di ordinazioni concorrenti ci siano solo 3 persone che servono e che allo stesso tempo debbano anche continuare ad andare avanti e indietro in cucina per vedere cosa e’ pronto e cosa no e anche portarlo fuori (nessuno gli ha spiegato l’aumento di produttivita’ legato alla specializzazione del ruolo – Ford docet?).
    Non e’ possibile che non si sia pensato ad un sistema a numero (come in molte altre sagre) dove ogni persona alla cassa riceve un numero e quando il suo piatto e’ stato preparato dalla cucina va a ritirare il tutto. Costo aggiuntivo per il catering nullo e nessuna coda necessaria.
    Voto totale dell’organizzazione 1/10.

    Riassumendo, l’idea era molto interessante ma il catering ha rovinato il tutto. Spero almeno che Chalet abbia fatto dei lauti guadagni visto che ha risparmiato cosi’ palesemente sul personale e sull’organizzazione.
    Mi dispiace che un’idea cosi’ buona sia stata rovinata dall’incapacita’ o dall’eccessiva avarizia di un servizio di catering.
    Voto totale alla manifestazione 4/10.

    PS l’anno prossimo tornero’ solo se verra’ cambiato il servizio di catering (come molte altre persone)

    PS2 consiglio di spendere meno nella stampa dei volantini e di piu’ nel personale di servizio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>