Socialize

RSS Feed

Assange: Ecuador concede asilo!


Non possiamo non dire la nostra in questa spinosa questione che riguarda il più grande, giornalista o “delinquente” che dir si voglia, che la storia di internet ricordi. Assange, 41 anni, ha la vera colpa, secondo i media mondiali ostili al suo WikiLeaks, di avere voluto incarnare ciò che il Messia fu per la religione cristiana: il diffusore di verità che rivelate hanno generato un pandemonio in tutto il mondo. Sussiste il beneficio del dubbio: ciò che ha scritto sarà vero? SPIONAGGIO ALLO STATO PURO o…? Per l’hacker australiano sono momenti di trepidante attesa: la Gran Bretagna è decisa ad andare dritta per la sua strada e procedere all’estradizione in Svezia. Qualcosa di personale? Il fatto è che in questa vicenda a perderci saremo tutti: abbiamo capito una volta di più che in politica la verità dei fatti è una cosa, la verità ufficiale un’altra; ma perchè allora non perseguitiamo anche noi soggetti come Andreotti o Napolitano che di verità tante ne sanno, che dovremo sapere e che non sappiamo? Ma loro non hanno aggredito due donne, loro non hanno “problemi sessuali” e su questo, scusate la battuta, ne siamo davvero certi: almeno quel tipo di problema, non li riguarda più da un pezzetto. Siamo tutti Assange, siamo tutti per la libertà di informare ed essere informati.

PR: 0

Tags:

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>