Socialize

RSS Feed

PDL: “Il comune di Sovizzo interrompa il proprio rapporto con Equitalia”

Spesso in un periodo di crisi economica i cittadini si trovano in difficoltà con il pagamento puntuale di tasse e tributi vari e, a volte, il trattamento che per questo subiscono si rivela essere particolarmente crudo e iniquo. È un dovere di tutti pagare puntualmente le tasse ma, quando anche l’intero sistema economico del mondo sta subendo violente trasformazioni, forse sarebbe il caso di gestire con più umanità queste problematiche. È per questo che il Popolo della Libertà chiede al comune di Sovizzo di interrompere formalmente il rapporto con la società di riscossione dei tributi “Equitalia”, che da tempo si dimostra essere ben poco “equa”, per procedere autonomamente alla riscossione delle tasse. Da tempo assistiamo a riscossioni dei tributi pesantissime effettuate da parte di “Equitalia” che non tengono conto delle situazioni di estrema difficoltà in cui versano i cittadini. Permettendo all’ente comunale di raccogliere direttamente le imposte, non solo si permetterà di trattare i cittadini con più umanità e minor freddezza, ma si darà anche un preciso segnale agli altri comuni, alla Regione e al Governo: gli italiani non sono limoni da spremere.

Firmato

Manuzzato Stefano, coordinatore vicario de Il Popolo della Libertà Sovizzo
Meneghetti Giorgio, membro del coordinamento provinciale de Il Popolo della Libertà
Nani Dino, membro del coordinamento provinciale de Il Popolo della Libertà
Zamberlan Valentina, membro del coordinamento provinciale de Il Popolo della Libertà

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>