Socialize

RSS Feed

Grillo come un tornado si abbatte sulla politica: fenomeno passeggero o realtà consolidata? E a Creazzo?


Di Aldo Santoro e Caterina Franchina

Dopo Castiglion a Sarego, balzato agli onori della cronaca ed entrato nella storia come il primo Sindaco di stampo grillino, tocca adesso a metter in campo una maiuscola prova politica chiamato alla gestione, per la prima volta nel segno del Movimento a 5 stelle, di una grande città. Sembrava appena ieri, una simpatica meteora la nomina a consigliere provinciale di Treviso di David Borrelli ma ora le facce pulite della Company si moltiplicano, non si contano, sono sempre di più , sono tante, per alcuni troppe. La gente li premia e loro prendono coraggio, sanno di poter fare cose grandi, sanno di poterle fare e ci credono ragionano in grande. I Grillo boys hanno compinciato la scalata proverbiale all’Eden della credibilità, con le loro facce pulite, pochi soldi e tanta voglia di fare: non ci sono figli e figliastri, raccomandazioni di capi politici, solo un padre putativo, un comico sognatore che dopo esser stato buttato fuori a calci dalla televisione, ha deciso di non piegarsi alla ragion di Stato ma di cercare la ragione vera, sempre e comunque adesso con un popolo a sostegno, prima predicatore nel deserto. Bersani, Alfano, Casini e tutti i soliti noti si stanno affannando per buttarla in caciara: un opera di restyling forzata, appena accennata ma che non coinvolge nessuno neanche loro. E allora? Il fascino vero è il popolo che governa se stesso e, continueremo a dirlo, non è più utopia ma è realtà. Ancora è presto, manca qualche anno a Creazzo, di guida all’insegna di amarcord politico targata PDL-LEGA con l’asse di ferro Giacomin-Maresca: ma siamo sicuri che siano destinati alla riconferma? Attenzione, gli italiani sono i primi a saltare sul carro dei vincitori e siamo certi qualche grillino dell’ultima ora improvviserà una lista per raccoglier gloria di riflesso. Ed allora diffidate dalle imitazioni: in ballo c’è un futuro di un Comune che “non ce l’ha più duro” ma che è pronto a mandare a fancu.. gli approfittatori della domenica.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>