Socialize

RSS Feed

Creazzo. Si incastra l’autobus tra il marciapiede e l’albero spartitraffico



di Aldo SANTORO

Questa mattina alle ore 9.40 circa chi si è trovato a transitare per a nelle vicinanze dell’hotel Vergilius ha assistito ad una scena curiosa. Un autobus della linea che collega Vicenza ai comuni della cintura ovest del capoluogo e’ rimasto bloccato all’altezza del restringimento della carreggiata ed e’ salito con i battistrada sui cordoli dell’isola che custodisce il sempreverde arbusto comunale. Toto’ avrebbe detto: “Manco l’hanno fatto e già l’hanno battezzato!”. Ma e’ cosi’. Nei fatti questa fantasiosa realizzazione di arredo urbano,come già denunciato in passato,sta creando molti malumori e,come in questo caso, notevoli disagi alla facilità del transito in un’arteria molto trafficata dai locali e da chi si sposta dai comuni limitrofi per raggiungere la città. Rimarrà cosi’ ancora per molto? La domanda la giriamo al Sindaco e agli organi competenti.Per la cronaca il traffico e’ tornato regolare dopo l’intervento dei tecnici della società di trasporto intervenuti per i rilievi del caso.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

6 Responses to Creazzo. Si incastra l’autobus tra il marciapiede e l’albero spartitraffico

  1. Creatino

    19 aprile 2012 at 16:56

    Xera mejo con Cortiana… el ne gà impienà el paese de cemento, ma almanco el xera bon a fare el sindaco. Questi qua de Giacomin i xe come l’armata Brancaleone, diletantismo alo stato puro!

  2. Paola Armichiari

    19 aprile 2012 at 22:49

    In riferimento a quanto accaduto questa mattina all’autobus “FUORI SERVIZIO” dell’AIM, incastrato in Via Carpaneda, vorrei dire la mia, in quanto ho assistito alla scena in questione.
    L’autobus è arrivato dalla rotatoria di Viale Italia, si è fermato presso il punto incriminato e poi ha proseguito verso il cimitero, dove ha fatto inversione di marcia. Al ritorno si è riposizionato sul dissuasore, seguendo le indicazioni delle due persone presenti (vedi foto), non rimanendo quindi incastrato accidentalmente!
    Domanda: Visto che i pullman turistici si recano quasi giornalmente al Vergilius, non capisco come l’autobus AIM non riesca a passare!
    Questo abbattitore di velocità a mio parere è indispensabile in prossimità di un passaggio pedonale utilizzato dai ragazzi delle scuole medie.
    Questo articolo mi sembra una messa in scena!
    Cordiali saluti
    Paola Armichiari

  3. Alba Chiara

    20 aprile 2012 at 09:20

    @Paola, come dissuasore di velocità un PINO in mezzo ad una stradina stretta ma trafficata, in una zona battuta dalla nebbia, mi sembra quantomeno eccessivo, non crede ? Noi tutti saremmo interessati a sapere il nome di chi ha approvato questa eccentrica dimostrazione di stile urbanistico, giusto per complimentarci con lui al bar !

  4. Giancarlo

    20 aprile 2012 at 18:42

    Vedete ragazzi questo succede per mancanza di professionalià .
    Chiunque di Voi , se gli viene in mente di aprire un bar
    la prima cosa che gli chiedono e il REC.
    Cioè per fare il vecchio spisseto , 3 dita di acqua , 3 di vino e la scorzetta di limone …… Ti chiedono la “PROFFESIONALITA”
    Mentre l’Amm. Pubblico lo può fare chiunque purchè conosciuto
    e prenda i voti…………………
    Anch’io passo spesso per via Carpaneda , ho visto quelle due brutture – e mi sono messo a ridere , perchè mi è venuto subito un pensiero :
    Chi va in là , stà a man drita , chi vien stà a man zanca .. imbriaghi e can in mezzo …. ma Voi non avete mica pensato che ci sono pochi alberi ai lati della strada in quel punto … se un can che passa ha la pipì da fare …. el gà la pianta comoda in messo la
    stada . meditate gente meditate o volete solo servizi per voi ai “CAN” chi ghe pensa !!!!!!

  5. matteo

    21 aprile 2012 at 10:06

    dico io, delle cazzate fatte da amministratori pubblici,con i miei soldi (e anche i tuoi),questa la metto nella top ten della provincia.nn bastava un semplice dosso,o un rilevatore di velocità?

  6. raffaele

    23 aprile 2012 at 23:12

    E oltre a questo bisogna pensare che queste aiuole abbisognano di manutenzione che costera ai cittadini,e sempre ammesso che venga fatta e cosi ci ritroveremo con poca visuale sulla strada vi sembra normale!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>