Socialize

RSS Feed

Trenitalia nel caos:lavoratori licenziati e l’azienda fa cassa anche con i passeggeri.

Di “pendolare stufa”
– VERSO VENEZIA MEGLIO A PIEDI-

Dopo l’esempio di con la Fiat ormai si moltiplicano i “manager della domenica” che cercano di fare cassa ” a ‘ndo coglio coglio”, tagliando sul personale e….
è un esempio: il viaggiatore medio che bypassando gli aumenti continui della benzina pensa di montare sul mezzo sulle rotaie per raggiungere agevolmente ed economicamente il posto di lavoro deve fare i conti con continui ritardi e cancellazioni delle corse con puerili giustificazioni “c’è stato un problema”; questo problema però conduce altresì i lavoratori a saltare sulle prime soluzioni utili, molto spesso estramamente onerose (l’unica alternativa possibile è rimasto per tutti il salato Eurostar) o a prendere la macchina imbottigliandosi nel traffico con aggravi per la spesa familiare altrettanto notevoli visto che ultimamente la benzina è come l’oro arrivata ad e1,7 euro/l.
Ed allora? Gli Italiani saranno sì un popolo di pecoroni obbedienti alle direttive del Governo, sempre e comunque disposti a pagare ma ad un certo punto qualcuno dovrà pure dire basta e confidiamo nella Regione Veneto perchè l’esercito dei pendolari sia ancora una volta tutelato con multe salatissime a affinchè i furbi non abbiano sempre la meglio perchè saremo pure disposti a pagare un aggravio del prezzo del biglietto ma certamente non di un treno invisibile. Ah, dimenticavo: grazie !

PR: 0

Tags: , , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>