Socialize

RSS Feed

Azienda U.L.SS n°6 “Vicenza” garantirà la campagna di vaccinazione antinfluenzale che inizierà il 7 Novembre prossimo e durerà fino a Dicembre


Per favorire un’ampia diffusione della pratica vaccinale, l’U.L.SS. n°6 ha acquistato e mette in campo 67.000 dosi di vaccino.

Il ricorso alla vaccinazione antinfluenzale è sempre fortemente raccomandato. La vaccinazione infatti può proteggere dalla malattia e ridurre in modo rilevante, specie nelle persone anziane, le complicanze, l’aggravamento di malattie croniche, l’ospedalizzazione e l’eccesso di mortalità dovute all’influenza.

Il è sicuro, ben tollerato; si possono avere in alcuni casi reazioni locali in sede di iniezione(dolore, rossore,gonfiore) o febbre e malessere che durano 1 o 2 giorni.

In particolare è importante che la vaccinazione contro l’influenza sia effettuata dalle seguenti persone:

1) soggetti in età adulta e infantile affetti da:

• malattie croniche dell’apparato respiratorio, cardiocircolatorio e renale
•malattie del sangue
•diabete
•malassorbimento intestinale
•malattie o terapie che comportino una carente o alterata immunità
•patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici
•tumori
•persone a cui è stata tolta la milza
2) tutte le persone che hanno compiuto i 65 anni di età( nate nel 1946 e negli anni precedenti )

3) donne nel secondo e terzo trimestre di gravidanza

Infatti, in tutte queste persone l’influenza può con molta più facilità provocare anche gravi complicazioni con compromissioni serie dello stato di salute, necessità di ricovero ospedaliero e rischio di decesso

Inoltre sempre per meglio proteggere questi soggetti la vaccinazione è indicata anche nei familiari e conviventi che sono a loro stretto contatto

La vaccinazione è offerta gratuitamente e viene E VIENE ESEGUITA dal MEDICO e dalPEDIATRA CURANTE:

• a tutte le persone di età uguale o superiore ai 65 anni;
• a tutti i soggetti di età inferiore a 65 anni che risultano in possesso di esenzione ticket (per patologia o invalidità) affetti da una di quelle malattie sopraelencate per le quali è indicata la vaccinazione (in caso di invalidità la condizione morbosa deve risultare dall’esito dell’accertamento di invalidità, mentre nel caso di esenzione per patologia questa deve essere compresa tra quelle per cui è indicata la vaccinazione).
N.B. Alle persone sotto indicate verrà inviata una nota che raccomanda loro di fare la vaccinazione. È importantissimo che comunque non si dimentichino di andare a vaccinarsi anche quest’anno;

• ai soggetti in età infantile affetti dalle malattie sopraelencate;
• alle gestanti;
• ai familiari e conviventi che sono a stretto contatto con queste persone
Presso le sedi dei Distretti socio sanitari la vaccinazione antinfluenzale sarà disponibile e verrà eseguita gratuitamente ai soggetti addetti a pubblici servizi di primario interesse collettivo:

•forze armate;
•forze di polizia e di polizia municipale;
•vigili del fuoco e personale della protezione civile;
•volontari servizi sanitari di emergenza
•personale degli asili nido, di scuole dell’infanzia e dell’obbligo;
•personale della pubblica amministrazione
L’U.L.SS. distribuirà il vaccino agli ospiti e al personale degli Istituti di Ricovero e Assistenza per anziani e portatori di handicap.

Si ricorda che la vaccinazione antinfluenzale è una misura utile di prevenzione anche per tutta la popolazione sana e sarebbe auspicabile una maggiore diffusione di questa pratica sanitaria; il vaccino può in questo caso essere acquistato nelle Farmacie.

Ulteriori informazioni

8000 decessi di cui può essere responsabile l’influenza; questa è la stima che viene fatta in Italia ogni anno per l’epidemia influenzale; sono soprattutto le persone anziane e le persone con malattie croniche.

Le epidemie influenzali degli ultimi anni hanno colpito nella nostra Ulss mediamente il 20% della popolazione infantile e il 6% degli adulti, vale a dire circa 8.000 bambini e 15.000 adulti ogni anno.

Fine dicembre l’inizio, gennaio e febbraio i mesi più colpiti; questo è normalmente l’andamento temporale dell’epidemia.

Il vaccino preparato ogni anno è studiato per essere efficace contro i virus influenzali che con maggior probabilità circoleranno nella stagione invernale.

Come proteggersi dall’influenza

Misure di Igiene e protezione individuale

Considerato che la trasmissione dell’influenza può avvenire sia attraverso le goccioline di saliva(tosse, starnuti) sia attraverso il contatto con mani o superficie contaminate dalle secrezioni respiratorie, si ritiene importante ricordare quelle semplici norme di igiene, riconosciute efficaci per ridurre la trasmissione del virus influenzale e pertanto particolarmente raccomandate:

• Lavarsi frequentemente e bene le mani (contare almeno fino a 20);
• Coprirsi la bocca ed il naso quando si starnutisce o tossisce con un fazzoletto di carta; gettare il fazzoletto nella spazzatura;
• Evitare di toccarsi gli occhi, il naso e la bocca con mani non lavate;
• Evitare di stare a diretto contatto con persone che tossiscono e starnutiscono;
• Rimanere a casa per le persone con sintomatologia influenzale fino a uno, due giorni dopo che è scomparsa la febbre senza l’uso di antipiretici.
Info: Dr. Andrea Todescato S.I.S.P – tel. 0444 752233

PR: 0

Tags: ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>