Socialize

RSS Feed

Declassamento Italia. Agenzie di rating. Zaia: le stesse che davano per buone le azioni Leman Brothers. Serve organismo indipendente


“Penso sia giunta l’ora di discutere di un valutazione di affidabilità internazionale fatta bene e indipendente, sottolineo indipendente”. Lo ha ribadito oggi il presidente del veneto Luca nel corso del consueto Punto Stampa al termine della seduta della Giunta regionale.
“Ci aspettavamo il downgrade – ha aggiunto – del quale ormai parlavano tutti. Lo ritengo il frutto di un’azione internazionale che è tutta contro l’Italia. Ha fatto bene la Consob a vietare la negoziazione sui derivati sugli indici. Io non sono assolutamente convinto – ha detto ancora Zaia – che il tema del dissesto riguardi solo l’Italia o la Spagna o la Grecia. Si leggono ormai ogni giorno notizie sulle banche francesi e stiamo a vedere cosa succede in Germania. Anche l’affidabilità degli Stati Uniti è stata degradata e il presidente Obama ha dovuto intervenire direttamente”.

“Sono insomma convinto che in futuro l’affidabilità ce la dovremo costruire con strumenti che siano più riconosciuti da noi. Oggi parliamo di società di rating che hanno declassato il nostro paese – ha concluso Zaia – ma che sono le stesse davano il giudizio sulla Leman Brothers, dicendo che si potevano comperarne i titoli tossici. Non possiamo avviare la negoziazione sui mercati finanziari partendo dalle partite di rating”.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>