Socialize

RSS Feed

Manovra & P2: l’eliminazione delle festività era nel piano di Licio Gelli


taglia i ponti.Alla voce Provvedimenti economico-sociali il Piano di Rinascita Democratica della Loggia massonica P2 prevedeva l’eliminazione delle festività infrasettimanali e dei relativi ponti (eccettuato il 2 giugno, il Natale, il Capodanno e Ferragosto) da riconcedere in un forfait di 7 giorni aggiuntivi alle ferie annuali di diritto.
P.S. Specifichiamo che si tratta solo di una curiosità. Nel programma di Gelli c’è anche l’abolizione delle Province, per dire :D. E come ha sottolineato un amico: Il problema con Gelli non erano i punti specifici del programma (o ogni punto del programma), il problema era l’aver costituito una associazione segreta per infiltrare partiti, magistratura, sindacati ecc. e finanziare segretamente l’azione per realizzare quel programma. Vogliamo storcere il naso davanti a chi vive ad Arezzo perché anche Gelli amava vivere lì?
fonte:valigiablu.it

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

One Response to Manovra & P2: l’eliminazione delle festività era nel piano di Licio Gelli

  1. giuseppe rigoni

    19 agosto 2011 at 15:50

    Tutto cio che fa questo governo era nei piani di reinstaurazione del fascismo voluta e teorizzata da Gelli, lui Gelli.. operò per anni nel fascimo e fu tra coloro che hanno trafugato un treno doro, rubato dalle casse della Serbia e mai ritrovato, e lo fece assieme ai tedeschi, la storia di quel treno doro trafugato dai fascisti, è servita a reinstaurare il fascismo in TALIA, gli altri… quelli che hanno collaborato e che a tuttora ci collaborano andrebbero impiccati con lui.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>