Socialize

RSS Feed

Crisi. E quando Di Pietro depone le armi … aridateci Luca Telese


Di Caterina FRANCHINA
La che ha prodotto il commissariamento dell’Italia ha preso in assoluto la ribalta dei media in questi giorni. E’ fortissimo l’odore di diventare non solo confinanti ma affini della disastrata Grecia ma la cosa che sbalordisce e’ che si stia cercando di far passare quanto accaduto come frutto di un periodo storico precedente ove dei baldi governanti del patrio stivale hanno fatto “spendi e spandi” demandando ai posteri la risoluzione di qualsiasi buco delle casse statali.
Vi preghiamo, orsù, di scrivere a questa redazione voi “credenti” che siete altresì convinti che quanto ci stanno “raccontando” corrisponda alla biblica verità… O  la paura dei forconi è tanta che anche il fumantino rientra nei ranghi evitando dei proclami di guerra contro il buon Cav. ed auspicando umana comprensione e solidarietà politica per passare l’odierna tempesta? Non si può pensare, non si può credere che vogliano farci credere che questa “riservata” fantomatica lettera della BCE comprenda alcune misure come ” la libertà di licenziare” o farci passare per necessario “accorpare le festività sulle domeniche” per “aumentare la produttività”. Signori politici ma Voi non siete quelli che lavorate da martedì alla domenica? Signori politici Voi non siete quelli che alla notizia di Cosimo Mele beccato con le “dita nella droga” avete gridato al “necessario riavvicinamento con la famiglia per evitare certe disfunzioni dei comportamenti?”  Noi comuni mortali non abbiamo diritto di goderci anche noi la nostra famiglia? Ed allora, quanto è grande la vostra faccia tosta da farci credere di essere addolorati che una manovra durissima ci impedisca ancora di più la libertà di vivere? Non avete il senso della misura, non avete il senso della vergogna e neanche questo tardivo mea culpa con “un taglietto” ai costi della politica che sembra appena “un graffio” vuole servire a tappare un pochino la rabbia del popolo noi si vuol tacere. E permetteci un grazie alla Lega che ha impedito l’innalzamento dell’età della pensione delle donne nel nome dell’imprenscindibile ruole sociale post lavorativo a sostegno della famiglia perchè, siamo vicini all’Europa ma lontani anni luce dal welfare e dalla capacità di dimensionare il ns. vivere quotidiano nel nome dei nostri cari. Ci vuole qualcuno che le canti chiare, che non abbassi i toni adesso che l’onda della tempesta è alta e non si vede più per e i berlusconiani la “spiaggia della salvezza”. Ci leggi Telese, le canti tu al Primo Ministro del “Bunga bunga”? Silvio rimembri ancor quando dicevi: “chiudere la bocca ai catastrofisti” – La crisi non esiste?? Era pura follia la tua, o….

PR: 0

Tags: , , ,

Share This Post

2 Responses to Crisi. E quando Di Pietro depone le armi … aridateci Luca Telese

  1. freekamel

    13 agosto 2011 at 23:22

    Sono pienamente d’accordo. Non c’è nulla da aggiungere se non la necessità di agire. Il popolo come ci chiamano deve reagire e sostituire on toto l’attuale popolo di comando. Servono i giovani …. Gente che viva sulla propria pelle le necessità come famiglia, lavoro e vita sociale. Quelli di ora sono ministri che credono di sapere cosa serve alla gente senza sapere come essa vive…

  2. giuseppe rigoni

    14 agosto 2011 at 08:47

    La ragione non è ne di destra ne di sinistra, ma fa piacere sapere che la boria neo fascista èultra liberista si sia piegata alla ragione di stato, ed alle ragioni più grandi dell’EUROPA, Berlusconi portanto il neo fascismo mascherato al governo, assime a bossi che rappresenta il neo nazzismo secessionista hanno fallito. si fallito totalmente, e se fossero onesti non starebbero un minuto al governo dopo la approvazione di questa legge, che hanno varato loro, ma porta una paternita di PROdi e di Padoschioppa, loro hanno smentito se stessi con questa legge, e pur falliti continuano a restare li inchodati al potere, con un obiettivo preciso, quello che non hanno mai propagandato in campagna elettorale, Rendere con le leggi oppure con il lungo processo, inefficaci gli effetti delle leggi anti mafia, perche.. loro sono menbri della grande famiglia….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>