Socialize

RSS Feed

Lo sciopero degli imprenditori


di Giuseppe .  Dal lontano 1.970 anno in cui ebbi la malsana idea di rientrare in
, ebbene da allora ne ho viste di tutti i colori, ma mai avrei
pensato che in si arrivasse ad organizzare una manifestazzione
come quella che si è svolta di recente a Treviso.
Tremila imprenditori con in testa la Marcegaglia presidente di
Confindustria, dico tremila in piazza, a manifestare contro chi? Ma
contro chi sta sgovernando il paese, e lui… aria strafottente,
sguardo impassibile, sorriso beffardo contro tutti, e certo dellasua indispensabilità, quasi fosse uno mandato da DIO a governare un paese a
noi sconosciuto, un paese dove ciò che emerge in apparenza, è quello
che meno conta.
Mentre la parte nascosta, quella mafiosa, reclama a suo tramite una
nuova legittimazione, una nuova e diversa omolagazione, e sopratutto
una immunità totale dalle leggi anti mafia.
Tramite lui siamo venuti a conoscenza che in Italia siamo dominati da
una dittatura subdola e pericolosa, la dittatura dei PM.
I servitori più accaniti dello Stato, che vengono dipinti come i
nemici della democrazzia, e della libertà intesa in senso assoluto,
dove a comandare per diritto è sempre il più forte, indipendentemente
da come si sia procurato ad esempio la sua forza finanziaria, una
totale impunità, ecco che cosa chiede il nuovo Duce, una impunità in
favore di chi ha accumulato della ricchezza illecita, o in alternativa
la non punibilità per decorrenza dei termini.
Ebbene questo soggetto in poco tempo ha fatto fare dei passi in dietro
enormi al nostro Paese, dalla democrazzia, alla democratura, e da
questa alla SATRAPIA personale.
E per giustificare la sua intrusione nella nostra storia italiana, di
recente ha parlato con i grandi capi di stato americano e francese,
denunciado a loro il pericolo grave che sta correndo l’Italia, la
dittatura dei PM, dipinti ormai come suoi nemici diretti, che
impediscono con il loro operato l’evolversi della storia a suo
personale favore.
Ma torniamo ai tremila che hanno manifestato in piazza a Treviso, che
cosa rappresentano per l’Italia tutti loro, rappresentano a mio avviso
una grande speranza, una speranza che il neo Satrapo, venga a breve
rimosso dalla storia, lui affonda le sue radici dentro la feccia
secessionista Padana, e nonostante i facili sequestri di facciata,
anche dentro le mafie associate. ed al clero cattolico integralista,
che lo sostengono ancora a spada tratta, perchè temono che un
repentino ricambio nella politica metta in difficoltà tutti loro, che
in questo periodo lo hanno sostenuto onde avere l’impunità penale,
l’impunità fiscale, e con la legge porcata messa in piedi proprio da
loro, avere anche l’impunità politica.
Quattro mesi fa veniva varata la finanziaria, ed ora il Ministro delle
Finanze ci dice che dovrà metterci le mani in tasca e sfilarci 46
miliardi di Euro, ma dov’era quattro mesi fa? O è un incapace, oppure è
in malafede, ma in entrambi i casi dovrebbe essere cacciato a calci
nel deretano.

PR: 0

Tags: , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>