Socialize

RSS Feed

In Veneto il tricolore lascia il posto al leone di S. Marco sulle divise della Protezione Civile. Forse no.

di Aldo SANTORO

Clamoroso in Veneto. L’assessore regionale della Lega Nord-Padania, delegato alla caccia ed alla , Daniele ha fatto modificare i colori ed i simboli delle magliette degli operatori della Protezione Civile.Sulla polo blu, al posto del bordino bianco rosso e verde, ora campeggia un bordo arancione e sulla spallina, è stata eliminata la scritta “Italia”, sostituita dal Leone di San Marco. Questa mattina,in diretta a 7Gold,ospite di una

trasmissione aperta alle telefonate del pubblico,l’assessore del PdL Elena ha espresso il suo disappunto per la decisione del suo collega leghista,sostenendo che “i leghisti hanno pieno diritto a sbandierare i loro simboli,portare al collo il foulard verde,fa parte del gioco dei partiti politici,ma non devono attentare il valore del ,che di fatto e’ un’istituzione della Repubblica Italiana”.”Forse Zaia non ha ancora saputo o non si è reso conto della portata dell’accaduto” ha aggiunto la . Intanto Zaia tace. Stival invece,in un primo momento, si è detto stupito delle reazioni e che ” la sostituzione del Tricolore al bordino e’ solo un fatto di bellezza cromatica,di restyling, e che il simbolo del Leone di San Marco non è un’istituzione di parte, come dicono i contrari,ma il simbolo nobilissimo di una Regione, e può degnamente rappresentarla, in Italia e nel mondo, con i suoi valori di solidarietà”. Dopo l’intervento di Guido Bertolaso,responsabile nazionale della Protezione Civile,c’è stato il dietrofront di Stival. L’assessorato regionale infatti ha diramato una nota in cui di fatto smentiva per il Veneto una divisa diversa a quella adottata da nove anni in Italia.
Continua cosi’ la recita leghista sui colori e sui simboli. Dopo l’attacco alla scuola con l’istituto scolastico di Adro intitolato all’ideologo leghista Miglio, tappezzato di “verde leghista” e di “Soli delle Alpi” ora si attenta ai colori ed ai simboli della Protezione Civile Italiana. Ah che bello,ora sì che il popolo leghista e’ contento,la Lega Nord si dà da fare,è operativa,migliora il Nord,…. con le idee confuse di chi viene bombardato da notizie che evitano di far apparire chiaro che poi nelle sedi dove si decide la Lega vota a favore dei finanziamenti per Roma Capitale e per Reggio Calabria città metropolitana  e che ha imparato a viaggiare bene  sul doppio binario di chi governa ed allo stesso momento fa opposizione populista. Ma ormai noi cittadini siamo distratti da altri pensieri e cio’ che fanno i politici poco c’importa…tanto “non cambierà mai la politica”,cosi’ termina ogni discorso che si fa tra amici al bar o sul posto di lavoro.
Oh Italia,oh Stivale, ora tocca difenderti pure dagli altri Stival(i).

PR: 0

Tags: , , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>