Socialize

RSS Feed

PD(L)EGA: nuovo partito per il Veneto?

COME VOTARE E….

Siamo ormai a poche ore dal voto per il rinnovo del Consiglio Regionale del Veneto. Terminati gli incontri pre-elettorali,domani via libera all’apertura dei seggi che decreteranno il Presidente della motrice economica d’Italia (eletto con il sistema maggioritario, quindi senza ballottaggio) e dei 60 consiglieri.
Si vota dalle 8.00 alle 22.00 di domenica 28 marzo e dalle 7.00 alle 15.00 del lunedì successivo. Per esercitare il proprio diritto di voto è necessario presentarsi al seggio muniti di un documento di identità valido e della tessera elettorale.
La votazione per le regionali avverrà su un’unica scheda di colore verde sulla quale i nomi ed i cognomi dei candidati alla carica di Presidente sono scritti in un apposito rettangolo, al cui fianco sono invece riportati i contrassegni della lista o delle liste con cui il candidato è collegato. Sulla destra, accanto a ciascun contrassegno, è stampata una riga su cui porre la preferenza per un candidato alla carica di consigliere regionale della lista votata.
Ogni elettore può votare, con un unico voto, per un candidato alla carica di Presidente e per una delle liste ad esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste. Nel caso in cui l’elettore tracci un unico segno sulla scheda a favore di una lista, il voto s’intende espresso anche a favore del candidato Presidente ad essa collegato. Lo stesso elettore può votare per un candidato alla carica di Presidente, anche non collegato alla lista prescelta, tracciando un segno sul relativo rettangolo (in questo caso si tratta di voto disgiunto che è ammesso in tutte le regioni ad eccezione delle Marche). Infine il votante ha facoltà anche di esprimere un solo voto di preferenza per un candidato della lista da lui votata, scrivendone il cognome sull’apposita riga posta a fianco del contrassegno (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita). In caso di discordanza tra il voto di lista e il voto di preferenza al candidato, il voto è attribuito alla lista del candidato prescelto e al candidato medesimo. Se il candidato Consigliere non è designato con la chiarezza necessaria a distinguerlo da ogni altro candidato della stessa lista, sarà ritenuto valido il voto di lista, se espressamente votata. Se l’elettore, inoltre, non ha indicato alcun contrassegno di lista, ma ha espresso la preferenza per un candidato della medesima lista, s’intende che abbia votato la lista alla quale lo stesso appartiene; se, invece, l’elettore ha segnato più di un contrassegno di lista, ma ha espresso la preferenza per un candidato appartenente a una soltanto di tali liste, il voto è attribuito alla lista cui appartiene il candidato indicato . Le operazioni di scrutinio per le elezioni regionali avranno inizio lunedì 29 marzo, subito dopo la chiusura della votazione e l’accertamento del numero dei votanti. 

Ciò scritto, il rischio maggiore che i favoritissimi paventano è quello dell’astensionismo: la vittoria è talmente sicura (così dicono i dati) per il candidato Governatore Zaia (nella foto) che molti potrebbero aver già scelto la gita fuori porta al dovere elettorale, nel segno di “tanto vincerà comunque..” e gli appelli infatti non sono mancati attraverso i tg ed i giornali al non venir meno all’appuntamento istituzionale, a scanso di sorprese. Ma se la vittoria si dovesse giocare anche sulla capacità di convincere gli indecisi, Il Colle Informa chiede ai lettori un ultimo sforzo: visionare i video dove le idee ed i programmi espressi durante la propaganda elettorale siano nuovamente palesati dalle parole dei protagonisti, poi il destino lo deciderà l’urna nel nome del futuro che il Veneto vuole conquistarsi e meritarsi attraverso la scelta dei suoi cittadini.

PR: 0

Tags: , , , , ,

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>